Chi Siamo

stretta_mano

Perchè l’ASPOI?

 

Caro Collega,

il 10 novembre 2010 è stata costituita  l’Associazione Pediatri Ospedalieri Italiani (AS.P.O.I.), il nuovo Sindacato dei Pediatri Ospedalieri, nato per difendere la nostra categoria.

L’esigenza di un sindacato che fosse in grado di raccogliere e rappresentare le istanze dei pediatri ospedalieri era avvertita da tempo. Le problematiche che caratterizzano il lavoro del pediatra ospedaliero non hanno  infatti avuto in questi anni alcuna risposta dagli organi istituzionali. Si inseriscono purtroppo in una congiuntura politica ed economica nella quale il problema della spesa sanitaria rappresenta  una fonte di grave preoccupazione sia a livello regionale che centrale ed in cui sono sempre più evidenti e preoccupanti i segnali di ridimensionamento dell’assistenza ospedaliera.

In questo contesto, la pediatria ospedaliera è tra le specialità maggiormente a rischio di un grave ridimensionamento  che oggi  non appare solo di tipo quantitativo. L’età media continua  ad aumentare e le risorse economiche disponibili vengono sempre più indirizzate al sostegno della cronicità e della disabilità proprie delle età più avanzate. Sarà quindi sempre più difficile reperire fondi per l’assistenza pediatrica ospedaliera e l’attuale modello di assistenza all’età evolutiva, basato su una doppia offerta di specialisti (pediatra di famiglia e pediatra ospedaliero), corre il rischio concreto di andare in crisi nei prossimi anni non solo perché mancano gli specialisti in pediatria ma anche, e soprattutto, per la crescente difficoltà di garantire una efficace ed efficiente integrazione fra le due componenti.

Con queste premesse, è altrettanto evidente come nel nostro paese sia necessaria e non più procrastinabile una riorganizzazione complessiva dell’assistenza pediatrica, ospedaliera ed extra-ospedaliera. Questa riorganizzazione, non potrà e non dovrà essere demandata  ai soli decisori istituzionali o alle società scientifiche di settore ma, al contrario,dovrà essere frutto di una indispensabile integrazione tra questi soggetti  e le associazioni sindacali di categoria.

                                  Ecco perché è nata l’AS.P.O.I.

  • Per dare voce ai pediatri ospedalieri le cui aspettative ed i bisogni sono stati da tempo disattesi;
  • Perché qualsiasi proposta di riorganizzazione delle cure pediatriche del nostro paese che dovrà essere concertata con le organizzazioni sindacali di categoria dovrà avere come interlocutore il sindacato dei pediatri ospedalieri e non soltanto quelli dei pediatri di famiglia;
  • Perché i grandi sindacati dei Medici Ospedalieri, fino ad oggi, non hanno affrontato concretamente il problema lavoro della pediatria e del pediatra ospedaliero;
  • Perché, fino ad ora, nessuno  ha  mai rappresentato in maniera forte ed efficace i pediatri ospedalieri!

 
 L’ASPOI  intende quindi rappresentare  sindacalmente  tutti i medici  che operano in strutture sanitarie pubbliche, private accreditate e universitarie a favore del neonato, del bambino e dell’adolescente, in servizio ed in quiescenza, qualunque sia la natura del rapporto ed il datore di lavoro a vantaggio del quale svolgono attività professionale

L’associazione promuoverà tutte le iniziativa e le azioni sindacali necessarie per valorizzare e tutelare la professionalità dei medici pediatri che operano in queste strutture e, all’occorrenza, per  fornire  assistenza agli associati in controversie insorte nell’ambito dell’esercizio della professione. L’associazione darà anche  il proprio contributo al miglioramento continuo della qualità delle prestazioni  pediatriche ospedaliere per promuovere l’efficacia e l’appropriatezza delle prestazioni erogate che devono sempre e comunque garantire   la dignità del  neonato, del bambino e dell’adolescente ammalato. Offrirà sostegno concreto alla  formazione  professionale dei propri  iscritti.

In conclusione, credo sia giunto veramente il momento di far valere le nostre ragioni.

Per questo Ti invito ad aderire all’ASPOI  e a sostenerla!


Cordialmente
Domenico Minasi